Sergei Babayan

Pianoforte

Biografia

È uno dei principali pianisti del nostro tempo: acclamato per la sua intensità emotiva e l'energia audace, Sergei Babayan trasmette una profonda comprensione di un repertorio eccezionalmente vario. Le Figaro ha elogiato il suo "tocco ineguagliato, fraseggio perfettamente armonioso e virtuosismo mozzafiato". Le Devoir di Montreal ha scritto semplicemente: "Sergei Babayan è un genio. Punto”.

Sergei Babayan ha collaborato con direttori quali David Robertson, Neeme Järvi, Yuri Temirkanov, Thomas Dausgaard, Tugan Sokhiev e Dima Slobodeniouk. Nel corso degli anni, Sergei Babayan si è esibito con Valery Gergiev numerose volte con grande successo di critica, tra cui apparizioni al Festival Internazionale "Stars of the White Nights", al Festival di Pasqua di Mosca, al Barbican Centre con Gergiev alla direzione della London Symphony Orchestra, al Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, alla Grande Sala del Conservatorio di Mosca, al Théâtre des Champs-Elyseés di Parigi, al Festival di Salisburgo e al Rotterdam Philharmonic-Gergiev Festival dove Sergei Babayan è stato artist-in-residence. Nella stagione 2019/20, il calendario di Sergei Babayan includeva esibizioni di concerti alla Carnegie Hall, con la Leipzig Gewandhaus Orchestra, la Bamberg Symphony, l'Orchestre Philharmonique de Radio France, la Mahler Chamber Orchestra, la Mariinsky Orchestra, la Toronto Symphony, la Vancouver Symphony e la Verbier Festival Orchestra.

Sergei Babayan si esibisce regolarmente in molte delle sedi più prestigiose del mondo, tra cui il Concertgebouw di Amsterdam, la Wigmore Hall di Londra, la Konzerthaus di Vienna, il Munich Prinzregententheater, la Maison de la Radio di Parigi, l'Elbphilharmonie di Amburgo, la Alte Oper di Francoforte e la Tonhalle di Zurigo. Tornerà anche ai principali festival tra cui La Roque d'Anthéron, Piano aux Jacobins a Tolosa, Gstaad Menuhin Festival e Verbier Festival. Sergei Babayan si esibisce con le più importanti orchestre del mondo, tra cui la London Symphony, la Cleveland Orchestra, la Filarmonica di Varsavia, la BBC Scottish Symphony Orchestra, l'Orchestre National de Lille, la Detroit Symphony Orchestra, la Baltimore Symphony Orchestra e la New World Symphony.

I suoi impegni e tour lo hanno portato in importanti sale da concerto internazionali tra cui la Carnegie Hall di New York, la Severance Hall di Cleveland, il Mariinsky Theatre di San Pietroburgo, la Herkulessaal a Monaco, la Liederhalle a Stoccarda, la Meistersingerhalle a Norimberga, la Konzerthaus Berlin, la Beethovenhalle Bonn, la Rudolfinum-Dvorak Hall a Praga, la Victoria Hall a Ginevra e molti altri.

Sergei Babayan registra in esclusiva per Deutsche Grammophon; la sua ultima pubblicazione 'Rachmaninoff' (DG 2020) è stata descritta come ‘innovativa’ dalla stampa Internazionale ed ha ricevuto numerosi premi, la cui un BBC Recording of the Month ed un CHOC Classica (“Questo viaggio musicale, nato da un'immaginazione illimitata e pensato nei minimi dettagli, è un grande capolavoro”). Il suo CD precedente, con le trascrizioni per due pianoforti di opere di Sergei Prokofiev, eseguite con Martha Argerich ('Prokofiev for Two'; DG 2018) è stato elogiato dalla critica come "il CD che si aspettava" (Le Devoir), portando "il duo di pianoforti a un nuovo livello: “se tutta la musica fosse così, non ci sarebbe dolore al mondo” (Norman Lebrecht, MyScena). Le esibizioni di Sergei Babayan sono state trasmesse da Radio France, dalla Radio e TV polacche, da BBC-TV e BBC Radio 3, NHK Satellite Television e Medici TV.

Nato in Armenia in una famiglia di musicisti, Sergei Babayan ha iniziato gli studi musicali con Georgy Saradjev per poi continuare al Conservatorio di Mosca con Mikhail Pletnev, Vera Gornostayeva e Lev Naumov. Dopo il suo primo viaggio fuori dall'URSS nel 1989, ha vinto i primi premi in diversi importanti concorsi internazionali tra cui il Concorso Pianistico Internazionale di Cleveland, il Concorso Pianistico Hamamatsu e il Concorso Pianistico Internazionale Scozzese.

Cittadino americano, vive a New York.

Discografia

  • Prokofiev

    Prokofiev for two

    Martha Argerich, Sergei Babayan

    12 Movements From Romeo And Juliet op. 64

    (Transcribed by Sergei Babayan)

    Incidental Music To Hamlet op. 77

    Deutsche Grammophon, 2018
  • Rachmaninoff

    Préludes, Études-Tableaux, Moments musicaux

    Chopin Piano Sonata No.3 / Mozart Piano Sonata No.18

    Deutsche Grammophon, 2020

Press

  • […] fulgore tecnico e piacere immaginifico […]

    London Times

Lorenzo Baldrighi Artists Management SRL Unipersonale
Piazza Gnecchi Ruscone, 2 - 23879 Verderio (LC) - Italia
ph +39.039.9281416 - fx +39.039.9281424 - mail info@baldrighi.com - CF/P.IVA 03297510137
Cookie policy (Personalizza) - Privacy policy

Sede legale: Via Alberico Albricci, 8 – 20122 Milano (MI) – Italia