Quartetto Ebène

Quartetto

Biografia

“Dobbiamo prendere ispirazione dal pubblico”

Così ha detto Raphaël Merlin in un’intervista con la NZZ nella primavera 2020, e questa è stata una delle idee centrali del progetto del Quartetto intitolato: “Beethoven Around the World”.

Tra maggio 2019 e gennaio 2020 il Quartetto ha registrato i sedici quartetti d’archi di Beethoven in un progetto che si è esteso in tutti i sei continenti. Con questa registrazione completa, il Quartetto Ebène ha celebrato il suo ventesimo anniversario in scena, che ha poi coronato con l’esibizione del completo ciclo di Quartetti nelle più famose sale europee, come la Philharmonie di Parigi e l’Alte Oper di Francoforte. Nel 2020 erano in programma anche apparizioni alla Carnegie Hall di New York, al Festival di Verbier e alla Konzerthaus di Vienna.

Dopo aver studiato con il Quartetto Ysaÿe a Parigi, con Gábor Takács, Eberhard Feltz e György Kurtág, il Quartetto Ebène è stato protagonista di un successo straordinario e senza precedenti al Concorso ARD nel 2004. Questo ha segnato l’inizio della sua ascesa, culminata in numerosi premi e riconoscimenti. Ad esempio, nel 2005 il Quartetto ha vinto il Premio Belmont della Fondazione Forberg-Schneider, nel 2007 ha vinto un Borletti-Buitoni Trust, e nel 2019 è stato onorato - primo ensemble al mondo - con il Music Prize di Francoforte.

Oltre al repertorio tradizionale, il Quartetto Ebène riesce ad essere straordinario anche in altri generi (“Un quartetto d’archi che può facilmente trasformarsi in una jazz band” New York Times, 2009). L’improvvisazione su jazz e canzoni popolari, cominciata nel 1999 come una semplice distrazione dallo studio mentre i quattro musicisti erano ancora studenti universitari, è diventata in seguito un segno distintivo del Quartetto Ebène. Al giorno d’oggi il Quartetto ha pubblicato tre album in questo campo: Fiction (2010), Brazil (2014) ed Eternal Stories (2017). L’approccio libero a diversi stili crea una tensione in grado di donare effetti positivi ad ogni aspetto all’attività del Quartetto. La complessità del loro approccio musicale è stata accolta in maniera entusiasta da pubblico e critica.

I CD del Quartetto Ebène spaziano dalle opere di Bartók, Beethoven, Debussy, Haydn, Fauré, fino ai gemelli Mendelssohn ed hanno ricevuto numerosi premi, tra cui Gramophone Award, il BBC Music Magazine Award ed il Midem Classic Award. Durante la stagione 2015/16 i musicisti del Quartetto si sono focalizzati sul genere liederistico; hanno collaborato con Philippe Jaroussky nel CD“Green (melodie françaises)” e hanno pubblicato un CD di Lieder di Schubert registrati con Matthias Goerne (arrangiamenti per quartetto d’archi, baritono e contrabbasso di Raphaël Merlin), insieme al Quintetto d’archi di Schubert eseguito con Gautier Capuçon.

Grazie al loro modo carismatico di fare musica, all’approccio tutto nuovo alla tradizione e all’impegno senza vincoli nei confronti di nuove forme musicali, i musicisti del Quartetto sono riusciti ad aggiungere un ampio pubblico di giovani ascoltatori e a trasmettere il loro talento in masterclass regolari al Conservatorio di Parigi. Nel gennaio 2021 il quartetto è stato incaricato dalla Hochschule für Musik und Theater di Monaco per iniziare una classe di quartetto d’archi, parte della da poco fondata “Quatuor Ébène Academy”.

Dall’autunno 2020, Raphaël Merlin è professore di musica da camera di Monaco.

Dopo quasi ventuno anni di costanti tournée, il Quatuor Ébène si è concesso un periodo sabbatico e tornerà ad esibirsi a ottobre 2021 con concerti nelle sale filarmoniche di Lussemburgo, Parigi, Berlino e Colonia, oltre che, fra le altre, alla Carnegie Hall di New York e alla Konzerthaus di Vienna. Insieme ai colleghi del Belcea Quartet, i quattro musicisti del Quatuor Ébène formeranno un ottetto che porterà in tournée opere di Mendelssohn ed Enescu.

Strumenti ed archetti

Pierre Colombet suona due violini: un violino Stradivari del 1717 gentilmente concesso attraverso una sponsorizzazione della Beares International Violin Society e un violino Matteo Goffriller del 1736 da Gabriele Forberg-Schneider. Usa un archetto di Charles Tourte (diciannovesimo secolo, Parigi) dalla Fondazione Forberg-Schneider.

Gabriel Le Magadure suona un violino Stradivari del 1727 su concessione della Beares International Violin Society, un violino Guarneri del 1740su gentile concessione della Fondazione Forberg-Schneider e un archetto di Dominique Pecatte (ca.1845) dalla Fondazione Forberg-Schneider.

Marie Chilemme suona una viola di Marcellus Hollmayr (Füssen, 1625) su concessione della Fondazione Forberg-Schneider e previamente utilizzata da Mathieu Herzog.

Raphaël Merlin suona due violoncelli: un violoncello di Carlo Tononi (Venezia, ca.1720) su concessione della Beares International Violin Society e un violoncello Andrea Guarneri (1666/1680) di Cremona, anch’esso su gentile concessione della Fondazione Forberg-Schneider.

Discografia

  • J. Haydn

    String Quartet in D major,
    HIII No. 63, Op. 64 No. 5 "The Lark",
    String Quartet in B minor, HIII No. 37, Op. 33 No. 1

    Mirare, 2006
  • B. Bartok

    Quatuor n°1 op.7
    Quatuor n°2 op.17
    Quatuor n°3 sz 81

    Mirare, 2007
  • Ravel/Debussy/Fauré

    String Quartets

    Virgin Classics
  • Johannes Brahms

    String quartet op. 51 n° 1
    Piano quintet op. 34
    Akiko Yamamoto - Piano

    Virgin Classics
  • The other Ebène - FICTION

    Misirlou after Pulp Fiction (Milton Leeds / Fred Wise / N. Roubanis / S. K. Russell)

    Amado mío (Doris Fisher / Allan Roberts)
    Luz Casal (vocal)

    Nature Boy (Eden Ahbez)
    Raphaël Merlin, Pierre Colombet (solo), Richard Héry (drums)

    Come together (John Lennon /Paul McCartney) Songs
    Pierre Colombet (solo), Richard Héry (drums)

    Unrequited (Bradford Mehldau)
    Pierre Colombet (solo)

    Intro Calling you
    Richard Héry (drums solo)

    Calling you after Bagdad Café (Bob Telson)
    Pierre Colombet (solo), Richard Hry (drums)

    Corcovado (Antonio Jobim)
    Stacey Kent (vocal)

    Nothing Personal (Don Grolnick)
    Gabriel Le Magadure, Pierre Colombet (solo), Richard Hry (drums)

    Footprints (Wayne Shorter)
    Pierre Colombet (solo), Richard Héry (drums)

    Lilac Wine (James Shelton)
    Fanny Ardant (vocal)

    Smile (John Turner-Geoffrey Parsons/Charles Chaplin)
    Quatuor Ebène (voices), Raphaël Merlin (solo), Richard Héry (drums, chorus)

    Someday my prince will come after Snow White and the seven dwarfs (Larry Morey/Frank Churchill)
    Pierre Colombet (bass), Mathieu Herzog, Gabriel Le Magadure (lead voices),
    Raphaël Merlin (soprano), Pierre Colombet (solo)

    Somewhere after « Over the rainbow » after The Wizard of Oz
    Natalie Dessay (vocal), Mathieu Herzog (solo)

    7-29-04 The Day Of after Ocean's 12 (David Holmes)
    Mathieu Herzog (Funk guitar and Solo), Pierre Colombet (Ruggieri Violin from the 17th century),
    Richard Héry (drums)

    Streets of Philadelphia after Philadelphia (Bruce Springsteen)
    Mathieu Herzog (vocal), Richard Héry (drums)

    (All bass parts played by Raphaël Merlin)
    Richard Héry - drums; Fanny Ardant - vocal; Luz Casal - vocal; Natalie Dessay - vocal; Stacey Kent - vocal

    Virgin Classics
  • Gabriel Fauré

    Disc n° 1
    Sonata n° 1 Op. 13
    Berceuse Op. 16
    Romance Op. 28
    Andante Op. 75
    "Morceau de Lecture"
    Sonata for cello and piano n° 2 Op. 108

    Disc n° 2
    Sonata Op. 109
    Elegy Op. 24
    "Papillon" Op. 77
    Romance Op. 69
    Serenade Op. 98
    Sicilienne Op. 78
    Sonata n° 2 Op. 117

    Disc n° 3
    Trio for piano and strings Op. 120
    String quartet Op. 121

    Disc n° 4
    Piano quintet Op. 15
    Piano quintet n° 2 Op. 45

    Disc n° 5
    Piano quintet n° 1 Op. 89
    Piano quintet n° 2 Op. 115
    Morceau de lecture (for two cellos)
    Renaud Capuçon - violin, Gautier Capuçon - cello, Gérard Caussé - viola, Nicolas Angelich - piano, Michel Dalberto - piano

    Virgin Classics
  • Quatuor Ebène - FICTION - DVD

    ... at The Folies Bergères - Live in Paris
    (Recorded on November 15th, 2010)
    Richard Hery - drums, Stacey Kent - vocal, Jim Tomlinson - saxophone, Natalie Dessay - vocal

    Virgin Classics, 2011
  • Wolfgang Amadeus Mozart

    String quartet KV 421
    Divertimento KV 138
    String quartet KV 465 "Dissonance"

    Virgin Classics, 2011
  • Felix & Fanny

    Felix Mendelssohn
    String quartet n° 2 Op. 13
    String quartet n° 6 Op. 80

    Fanny Mendelssohn
    String quartet in in E flat major

    Virgin Classics, 2013
  • AA.VV.

    BRAZIL

    Warner / Erato Classics, 2014
  • Dvořák, Schubert, Debussy, Chopin

    Menahem Pressler: 90th birthday celebration live in Paris
    2 CD with DVD
    CD

    Antonín Dvořák
    Piano Quintet in A major Op. 81

    Franz Schubert
    Piano Quintet in A major D 667 "The Trout"

    DVD

    Antonín Dvořák
    Piano Quintet in A major Op. 81

    Franz Schubert
    Piano Quintet in A major D667 "The Trout"
    Winterreise D 911 ( V. Der Lindenbaum, XI Fruhlingstraum, XV Die Kraehe, XXIV Der Leiermann)

    Claude Debussy
    String Quartet Op. 10 in G minor (3. Andantino, doucement expressif)

    Frédéric Chopin
    Nocturne cis-moll op. posth

    Recorded LIVE at Salle Pleyel, Paris on November 7th, 2013
    Menahem Pressler - Piano; Christopher Prédardien - Tenor; Benjamin Berlioz - Double Bass

    Warner/Erato, 2014
  • Green

    Green: Mélodies françaises on Poems by Paul Verlaine
    2 CD
    Other participants: Nathalie Stutzmann

    Warner/Erato, 2015
  • Green

    Green: Mélodies françaises on Poems by Paul Verlaine [Limited Edition]
    2 CD
    Other participants: Nathalie Stutzmann

    Warner/Erato, 2015
  • Poulenc, Dessay

    Fiançailles pour rire – Melodies Françaises
    With: Philippe Cassard, Laurent Naouri, Quatuor Ebène

    Warner Classics, 2015
  • Schubert

    String Quintet and Lieder

    Quatuor Ebène

    Gautier Capuçon

    Matthias Goerne

    Warner/Erato, 2016
  • AA. VV.

    Menahem Pressler – The Pianist

    Menahem Pressler, Berliner Philharmoniker, Sir Simon Rattle, Paavo Järvi, Orchestre de Paris, Quatuor Ebène

    4 DVDs

    Warner Classics, 2016
  • AA. VV.

    Eternal Stories

    With: Michel Portal, Xavier Tribolet, Richard Hery

    Erato, 2017
  • Beethoven

    Beethoven around the world – Vienna, Op. 59 nos. 1 & 2

    Warner Classics, 2019
  • Beethoven
    Beethoven around the world: The complete string quartets
    Warner Classics, 2020

Press

  • [...] Quartetto Ebène ai limiti della notte nella platea al buio [...]

    Gregorio Moppi, la Repubblica

  • La straordinaria abilità con cui i suoi membri mescolano le loro sonorità, il loro modo di riproporre i capolavori storici per quartetti, l’impegno nel confrontarsi con il repertorio tradizionale e l’approccio innovativo e creativo rendono il Quartetto Ebène l’incarnazione del quartetto d'archi in chiave moderna

    The Strad

  • Ogni esecuzione del Quartetto Ebène è pervasa da una sensibilità classica che dona forza e pienezza al loro suono

    Pwyll ap Siôn, Gramphone, novembre 2010

  • Già dalle prime battute del Divertimento di Mozart in Re maggiore (K. 136) l’esecuzione del Quartetto Ebène è stata impeccabile, sicura, viva, armonicamente ricca e profondamente musicale.

    Alex Ross, The New Yorker, 6 Aprile 2009

  • […] L’opera 77 n°2 di Haydn è stata vivace ed elegante. Inoltre non avevo mai ascoltato, il quartetto d’archi di Debussy suonato con così attenta delicatezza, sensualità e con una precisione strabiliante. I movimenti lenti sono stati particolarmente toccanti[…] Le registrazioni di Debussy, contenute nel loro disco,sono straordinariamente affascinanti e sono state ancora più travolgenti dal vivo […] Il pubblico era estasiato, come del resto lo ero anch’io […]

    Howard Kissel Daily News, 20 Marzo 2009

  • [...] Il Quartetto Ebéne ha un modo speciale di esibirsi: tutti i brani che interpreta prendono vita, permeando l’atmosfera di fresca novità [...]

    Irish Times 12 giugno 2009

  • [...] un raro livello di raffinatezza espressiva, sonorità ben amalgamate e gioia elettrizzante[...]

    The Times, 26 settembre 2008

Lorenzo Baldrighi Artists Management SRL Unipersonale
Piazza Gnecchi Ruscone, 2 - 23879 Verderio (LC) - Italia
ph +39.039.9281416 - fx +39.039.9281424 - mail info@baldrighi.com - CF/P.IVA 03297510137
Cookie policy - Privacy policy

Sede legale: Via Alberico Albricci, 8 – 20122 Milano (MI) – Italia