Louis Lortie

Pianoforte

Biografia

Per più di tre decenni, il pianista franco-canadese Louis Lortie sì è esibito in tutto il mondo, ottenendo la fama di essere uno degli artisti più versatili al mondo. Riesce infatti ad estendere la sua voce interpretativa a un vasto raggio di repertorio e le sue esibizioni, così come le sue pluripremiate registrazioni, testimoniano la sua notevole poliedricità musicale. Ha studiato a Montreal con Yvonne Hubert (alunna del leggendario Alfred Cortot), a Vienna con lo specialista di Beethoven Dieter Weber e, in seguito, con Leon Fleisher, dicepolo di Schnabel. Nel 1984 ha vinto il Primo Premio al Concorso Busoni e, nello stesso anno, si è contraddistinto alla Leeds Competition. Da quel momento in poi ha avuto inizio la sua carriera internazionale, che lo vede richiesto in tutte e cinque i continenti.

Louis Lortie ha instaurato collaborazioni ricorrenti con orchestre quali la BBC Symphony Orchestra, la BBC Philharmonic, l’Orchestre National de France, la Filarmonica di Dresda, la Philadelphia Orchestra, la Dallas Symphony Orchestra, la San Diego Symphony e la St Louis Symphony Orchestra negli Stati Uniti, e in Canada le Orchestre Sinfoniche di Toronto, Vancouver, Montreal, Ottawa, e Calgary. Ha inoltre collaborato con la Shanghai Symphony Orchestra, dove è stato anche nominato Artist-in-Residence, la Hong Kong Philharmonic Orchestra, la National Symphony Orchestra di Taiwan, l’Orchestra Adelaide e la Sydney Symphony Orchestra.

Direttori d’orchestra con cui ha collaborato regolarmente sono Yannick Nézet-Séguin, Edward Gardner, Sir Andrew Davis, Jaap van Zweden, Simone Young, Antoni Wit e Thierry Fischer.

Nel campo dei recital e della musica da camera, Louis Lortie appare in tutte le sale da concerto e festival più prestigiosi in Europa e America. Louis Lortie è co-fondatore e Direttore Artistico del LacMus International Festival on Lake Como oltre che ‘Master in Residence’ alla Queen Elisabeth Music Chapel di Bruxelles.

Nell’arco di trent’anni Louis Lortie ha effettuato più di quarantacinque registrazioni per Chandos Records, spaziando in un ampio repertorio che va da Mozart a Stravinsky. Questo comprende l’integrale delle Sonate di Beethoven e degli ‘Années de pèlerinage’ di Liszt. I progetti di Louis Lortie includono l’integrale delle opere per pianoforte di Chopin e una particolare attenzione a quelle di Fauré, che sta presentando sotto una nuova luce. Campione della musica del ventesimo secolo, la sua discografia include una famosa registrazione del Concerto per pianoforte di Lutoslawski con Edward Gardner e la BBC Philharmonic.

La sua esplorazione del Concerto per pianoforte di Vaughan Williams lo ha portato a registrare entrambe le versioni: l’originale con Peter Oundjian e la Toronto Symphony Orchestra e la versione rielaborata dal compositore per due pianoforti con Hélène Mercier, la Filarmonica di Bergen e Andrew Davies. In duo con Hélène Mercier ha registrato anche il ‘Carnevale degli Animali’ con Neeme Jarvi e la Filarmonica di Bergen, e l’opera completa per due pianoforti di Rachmaninov.

http://www.louislortie.com/


Discografia

  • Liszt

    Piano Sonata in B minor Three Concert Studies

    Chandos, 1987
  • Gershwin

    20th Century Original Piano Transcriptions
    Rhapsody in Blue

    Chandos, 1988
  • Ravel, Faure

    Ravel, Piano Concertos in G
    Faure, Ballade

    Chandos, 1989
  • Beethoven

    Eroica Variations

    Chandos, 1990
  • Ravel

    Piano Music For 4 Hands

    Chandos, 1990
  • Liszt

    Années de pélerinage

    Chandos, 1991
  • AA. VV.

    Daydreams-Gentle Piano Music

    1991
  • Mozart, Schubert

    Mozart, Sonata in D KV 488
    Schubert, Fantasie

    Chandos, 1992
  • Beethoven

    Piano Sonatas Nos 5, 6, & 7

    Chandos, 1992
  • Schumann, Chopin

    Schumann & Chopin: Piano Concertos
    Louis Lortie, piano
    Philharmonia Orchestra
    Neeme Jarvi

    Chandos, 1992
  • Beethoven

    Piano Sonatas Nos 8, 21, 26

    Chandos, 1992
  • Chopin

    Chopin: Etudes

    Chandos, 1992
  • Schumann, Brahms

    Schumann & Brahms: Piano Works

    Chandos, 1993
  • Beethoven

    Piano Sonatas Nos 1, 2 & 3

    Chandos, 1993
  • Gershwin

    Rhapsody In Blue (Original Version)
    Fugue- Somewhere
    Harmen de Boer, clarinet
    Louis Lortie, piano
    Richard Dufallo, Netherlands Wind Ensemble

    Chandos, 1993
  • Ravel

    Complete Solo Piano Works

    Chandos, 1994
  • Ravel

    Piano Music, Vol. 2

    Chandos, 1995
  • Beethoven

    Piano Sonatas Nos 4, 9 & 10
    Helane Mercier, piano
    Louis Lortie, piano

    Chandos, 1995
  • Ravel

    Piano Music, Vol. 1

    Chandos, 1995
  • Mozart

    Piano Concertos Nos 12 & 14

    Chandos, 1995
  • Beethoven

    Piano Sonatas Op. 27 & 28

    Chandos, 1995
  • Beethoven

    Piano Sonatas Nos 28 & 29

    Chandos, 1996
  • Chopin

    Chopin: Preludes

    Chandos, 1998
  • Beethoven

    Piano Sonatas Op. 22, 26 & 49

    Chandos, 1999
  • Beethoven

    Piano Sonatas, Op. 31

    Chandos, 2000
  • Beethoven, Schumann, Liszt

    To the Distant Beloved

    Chandos, 2000
  • Liszt

    Works for Piano & Orchestra, Vol. 1
    Louis Lortie, piano
    Residentie Orchestra The Hague

    Chandos, 2001
  • Franck

    Franck: Orchestral Works
    Louis Lortie, piano
    BBC Philharmonic

    Chandos, 2001
  • Liszt

    Liszt: Works for Piano & Orchestra, Vol. 2
    Louis Lortie, piano
    Residentie Orchestra The Hague

    Chandos, 2001
  • Liszt

    Liszt: Works for Piano & Orchestra, Vol. 3
    Louis Lortie, piano
    Residentie Orchestra The Hague

    Chandos, 2002
  • Ravel

    Complete Works for Solo Piano

    Chandos, 2003
  • Chopin, Mozart

    Dining Classics 2-CD Set

    Chandos, 2003
  • AA. VV.

    Romantic Classics 2-CD Set

    Chandos, 2004
  • AA. VV.

    In Memory of. . . Classics for Funerals

    Chandos, 2005
  • Liszt

    Works for Piano and Orchestra
    Louis Lortie, piano
    Residentie Orchestra The Hague

    Chandos, 2006
  • AA. VV.
    Milestones: 30 Years of Chandos
    Chandos, 2009
  • Mendelssohn

    Mendelssohn: Piano Concertos & Symphony No. 5

    Quebec Symphony Orchestra

    Atma, 2009
  • Schumann, Chopin

    Piano Concertos
    Louis Lortie, piano
    Philharmonia Orchestra
    Neeme Jarvi

    Chandos, 2010
  • Chopin

    Chopin: Nocturnes, Scherzos and Sonata, Volume 1

    Chandos, 2010
  • Beethoven

    Complete Piano Sonatas

    Chandos, 2010
  • Liszt

    The Complete Annees de Pelerinage

    Chandos, 2011
  • Lutoslawski

    Orchestral Works, Volume II

    Chandos, 2011
  • Chopin

    Etudes

    Chandos, 2012
  • Chopin
    Louis Lortie plays Chopin, Volume 2
    Chandos, 2012
  • Liszt

    Liszt at the Opera

    Chandos, 2013
  • Vincent d'Indy

    Orchestral Works, Volume 5

    Chandos, 2013
  • Szymanowski

    Orchestral Works, Volume V

    Chandos, 2013
  • Chopin

    Louis Lortie plays Chopin Volume 3

    Chandos, 2014
  • Chopin

    Louis Lortie plays Chopin Volume 4
    Waltzes Nocturnes

    Chandos, 2015
  • Poulenc

    Piano Concertos

    Aubade

    Chandos, 2015
  • Chopin

    Louis Lortie Plays Chopin, Vol.5

    Chandos, 2017
  • Lutoslawski

    Vocal & Orchestral Works

    Chandos, 2018
  • Vaughan Williams

    Piano Concertos, Oboe Concerto, Serenade to Music, Flos Campi

    Chandos, 2018
  • Saint-Saëns

    Piano Concertos Nos. 1, 2 and 4

    Chandos, 2018
  • Saint-Saëns
    Piano Concertos Vol. 2
    Chandos, 2020
  • Fauré

    In Paradisum – A Fauré Recital

    Chandos, 2020
  • Chopin

    Louis Lortie plays Chopin

    Variations

    Mazurkas

    Polonaises

    Fantaisie

    Chandos, 2020

Press

  • Louis Lortie al piano. Il suono della bellezza

    Luca Segalla, La Prealpina, 9 novembre 2016

  • The two works he played, Liszt’s Piano Sonata and Beethoven’s Hammerklavier Sonata, are huge pieces that test both player and piano to the limit, although the greater challenge is finding the balance between the tempestuous and the exquisite

    Nick Kimberly, London Evening Standard, 26 marzo 2015

  • Lortie non sbaglia un colpo. In tutta la serata nemmeno l’ombra di un’imperfezione. In più, ha instillato ogni accordo e ogni fraseggio di un’intensa arguzia, dimostrando sempre un controllo perfetto. Il ritmo del lento beethoveniano è stato reso di un lento addirittura audace, con Lortie che aggiungeva un flebile tocco di pedale, mossa eccellente per far emergere la grandezza dell’opera. In tutto ciò, la melodia rimaneva cristallina, affascinante, emozionante ed enigmatica come gli occhi di una statua

    Ivan Hewett, The Telegraph, 26 marzo 2015

  • L’originale programma proposto dal pianista Louis Lortie alla Queen Elizabeth Hall ha saputo mescolare Preludi di Fauré e Scriabin, evidenziando una maestria tecnica straordinaria. L’iniziale serie di Preludi di Scriabin (Op. 11) ha tratto vantaggio da una mano sinistra che ripercorreva le ottave con un ritmo furibondo, riproducendole allo stesso tempo con una risonanza emozionante e una precisione fuori dal comune

    The Sunday Times, 8 febbraio 2015

  • Louis Lortie […] senza dubbio uno dei migliori pianisti odierni

    Nicola Cattò, Musica, 17 gennaio 2015

  • [...] Nel pianismo di Louis Lortie la tecnica non è mero esercizio ‘atletico’, ma elemento totalmente al servizio della musicalità [...]

    Peter Dobrin, The Philhadelphia Inquirer, 10 gennaio 2014

  • Lortie è artista talentuoso, pianista raffinato e dotato di una fantasia sconfinata

    International Record Review, aprile 2011

  • È l’esempio perfetto di virtuoso disciplinato: dotato di una tecnica notevole, che tocca vette di purezza estrema anche nei passaggi più complicati, abbinata ad uno stile inconfondibile

    Die Presse, 27 marzo 2010

  • [...] Perché Lortie ha saputo riversare su ciascun brano la sua grande capacità comunicativa esaltandone la precipua musicalità [...]

    BresciaOggi, 3 giugno 2008

  • [...] le qualità distintive del suo approccio interpretativo: grande trasparenza, perfetto dominio della velocità, una dinamica sorvegliata che esplode solo nei punti culminanti

    Marco Bizzarini, Giornale di Brescia, 2 giugno 2008

  • La libertà e la forbitezza del fraseggio, le sinuose metamorfosi espressive intessute di finissime sfumature, l'empatica esposizione dell'essenza emozionale, l'intesa, diremmo rilassata, tra i due pianisti, sono alcuni tra gli ingredienti delle ottime letture [...]" Louis Lortie in duo con Helen Mercier

    Dejah Bozovic, Il Gazzettino, novembre 2007

Lorenzo Baldrighi Artists Management SRL Unipersonale - Piazza Gnecchi Ruscone, 2 - 23879 Verderio (LC) - Italia
ph +39.039.9281416 - fx +39.039.9281424 - mail info@baldrighi.com - CF/P.IVA 03297510137 - Cookie policy - Privacy policy

Sede legale: Via Alberico Albricci, 8 – 20122 Milano (MI) – Italia