Jan Lisiecki

Pianoforte

Biografia

“Cristallino, lirico e intelligente” - New York Times

“Un pianista di inusuale raffinatezza e immaginazione” – Boston Globe

Acclamato per la sua straordinaria maturità interpretativa, a soli venticinque anni il canadese Jan Lisiecki si esibisce in oltre cento concerti all’anno in tutto il mondo e ha collaborato con direttori del calibro di Sir Antonio Pappano, Yannick Nézet-Séguin, Daniel Harding e Claudio Abbado.

In seguito al suo tour di recital intitolato “Night Music”, Jan Lisiecki si è esibito sia in recital da solista sia in musica da camera al fianco di Matthias Goerne con un programma di Lieder beethoveniani al Festival di Salisburgo. Jan Lisiecki è tornato a collaborare con orchestre rinomate quali la Boston Symphony Orchestra, la Philadelphia Orchestra, la Filarmonica della Scala, l’Orchestra Accademica Nazionale di Santa Cecilia e la Orpheus Chamber Orchestra per alcuni concerti alla Carnegie Hall e alla Elbphilharmonie di Amburgo. Jan Lisiecki ha inoltre suonato con la New York Philharmonic, la San Francisco Symphony, la Staatskapelle di Dresda, la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks e la London Symphony Orchestra.

Jan Lisiecki ha firmato un contratto di esclusiva con Deutsche Grammophon all’età di quindici anni.

Il suo sesto album per questa etichetta è stato pubblicato nel settembre 2019 e comprende tutti i cinque Concerti per pianoforte di Beethoven, da lui diretti ed eseguiti con l’Academy of St Martin in the Fields, registrati dal vivo alla Konzerthaus di Berlino. Nel marzo 2020, Deutsche Grammophon ha pubblicato i suoi Lieder con Matthias Goerne, che si sono aggiudicati un Diapason d’Or. Le sue precedenti registrazioni sono state premiate con il JUNO Award e l’ECHO Klassik.

A soli diciotto anni Jan Lisiecki è stato il più giovane artista della storia a ricevere un Gramophone “Young Artist” Award, oltre ad un Leonard Bernstein Award dal Festival Musicale dello Schleswig-Holstein.

Nel 2012, Jan Lisiecki è stato nominato Ambasciatore dell'UNICEF in Canada.

Discografia

  • Chopin

    Piano Concertos Nos. 1 & 2

    Jan Lisiecki
    Howard Shelley, conductor
    Sinfonia Varsovia

    The Fryderyk Chopin Institute, 2009
  • MOZART

    Klavierkonzerte
    Piano Concertos
    No. 20 KV 466 and No. 21 KV 467
    Jan Lisiecki
    Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks
    Christian Zacharias

    Deutsche Grammophon, 2012
  • CHOPIN

    12 Études op. 10
    12 Études op. 25

    Deutsche Grammophon, 2013
  • AA. VV.

    CLASSICS for HOPE
    Works by:
    Bach, Beethoven, Elgar
    Einaudi, Fauré, Helbig
    Richter, Rachmaninov, and others
    With:
    Abbado, Barenboim, Gardiner, Helbig
    Karadaglic, Karajan, Lang Lang
    Lisiecki, Mutter, Richter, and others

    Deutsche Grammophon, 2013
  • Schumann

    Piano Concerto and Concert Pieces Op. 92 & 134
    Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia
    Antonio Pappano

    Deutsche Grammophon, 2016
  • Chopin

    Works for Piano & Orchestra

    Deutsche Grammophon, 2017
  • Mendelssohn

    Concertos for Piano and Orchestra Nos. 1&2

    17 Variations sérieuses in D minor op. 54

    Rondo capriccioso in E major op. 14

    Song Without Words in G minor "Venetian

    Gondola Song" op. 19b/6

    Orpheus Chamber Orchestra

    Jan Lisiecki

    Deutsche Grammophon, 2019
  • Beethoven

    Complete Piano Concertos

    Jan Lisiecki

    Academy of St Martin in the Fields

    3 Cds

    Deutsche Grammophon, 2019
  • Beethoven

    14 Lieder including two cycles

    6 Lieder op. 48

    An die ferne Geliebte op. 98

    Matthias Goerne

    Jan Lisiecki

    Deutsche Grammophon, 2020

Press

  • […] Lisiecki e Camerata Salzburg: intesa da applausi (…) Lisiecki arriva per il secondo brano in scaletta, il concerto in mi bemolle maggiore per piano e orchestra k 271 di Mozart, Jeunehomme, e si innesta bene nell’ accurato periodare dell’orchestra. Tutto è soppesato, fin dalla prima entrata in scena del piano: la prima frase è nitida, la ripetizione più morbida. Si avvertono gli stessi scarti dinamici, nel solista e nell’ orchestra. Ma Lisiecki scivola con leggerezza tra le scale, sempre elegante (…) Gli applausi calorosissimi gli strappano un bis che rivela appieno il suo lirismo, quel Träumerei dalle Kinderszenen di Schumann, il cui tema il canadese disegna nuovo a ogni ripetizione […]

    Il Giornale di Vicenza, 9 maggio 2018

  • […] un dono troppo raro per essere sprecato […]

    Gramophone Magazine

  • […] un pianista che rende importante ogni singola nota […]

    The New York Times

  • Nonostante l’età, Jan Lisiecki è un pianista già completamente formato, dall’incredibile maturità e intensità. Nessuna sorpresa, quindi, riguardo al fatto che abbia firmato per Deutsche Grammophon quando era ancora un adolescente. Mai sentito di un artista che abbia fatto così tanta strada in così poco tempo

    The Seattle Times, febbraio 2012

  • Ha una padronanza della tastiera fuori dal comune […] Lisiecki non è uno di quei pianisti che 'spolverano' i tasti, ma li affonda uno ad uno, producendo anche nei pianissimi un suono sempre corposo. Nelle frasi legate ottiene così note che, pur congiunte una all’altra, suonano magicamente tutte sgranate

    Marco Beghelli, Il Giornale della Musica, 16 giugno 2011

  • Lisiecki ha davanti a sé il mondo, la gloria

    Uberto Martinelli, Il Resto del Carlino, 15 giugno 2011

Lorenzo Baldrighi Artists Management SRL Unipersonale
Piazza Gnecchi Ruscone, 2 - 23879 Verderio (LC) - Italia
ph +39.039.9281416 - fx +39.039.9281424 - mail info@baldrighi.com - CF/P.IVA 03297510137
Cookie policy - Privacy policy

Sede legale: Via Alberico Albricci, 8 – 20122 Milano (MI) – Italia