Enrico Pace

Pianoforte

Biografia

Nato a Rimini, ha studiato con Franco Scala al Conservatorio di Pesaro, dove si è diplomato anche in composizione e direzione d'orchestra. Si è perfezionato all'Accademia Pianistica Internazionale "Incontri col Maestro” di Imola e suo prezioso mentore, in seguito, è stato il didatta belga Jacques de Tiège.

Dopo la vittoria del primo premio al Concorso Internazionale Franz Liszt di Utrecht nel 1989, Enrico Pace si è esibito in tutto il mondo: Concertgebouw di Amsterdam, Teatro alla Scala e Sala Verdi di Milano, Roma, Berlino, Wigmore Hall di Londra, Dublino, Herkulessaal di Monaco di Baviera, Praga, Philharmonie di Berlino e varie città del Sud America. È stato invitato a suonare in numerosi Festival internazionali, tra cui Lucerna, Salisburgo, Edimburgo, La Roque d’Anthéron, Rheingau, Verbier, Schleswig-Holstein, Husum e il Festival Pianistico di Brescia e Bergamo.

Molto apprezzato come solista, si esibisce con orchestre prestigiose, come la Royal Orchestra del Concertgebouw, la Filarmonica di Monaco, la Bamberger Symphoniker, la BBC Philharmonic Orchestra, l'Orchestra Nazionale di Santa Cecilia di Roma, la Rotterdam Philharmonic, la Dutch Radio Philharmonic, la Netherlands Philharmonic, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, la Göteborg, le orchestre sinfoniche di Londra e Stavanger, la Filarmonica di Bruxelles, la Philharmonisches Orchester Freiburg, la Rheinische Philharmonie, le orchestre sinfoniche di Sydney e Melbourne, la Konzerthausorchester Berlin, la MDR-Sinfonieorchester di Lipsia, la Camerata Salzburg, l’Orchestra Filarmonica di Varsavia, l’Orchestra G. Verdi di Milano e la Filarmonica Toscanini di Parma.

Enrico Pace ha collaborato con numerosi direttori d’orchestra fra cui spiccano Roberto Benzi, Gianandrea Noseda, Zoltan Kocsis, Kazimierz Kord, Mark Elder, Lawrence Foster, Vassily Sinaisky, Stanislav Skrowaczewski, Bruno Weil, Andrey Boreyko, Eliahu Inbal, Carlo Rizzi, Jan Latham-Koenig, Walter Weller e Antoni Wit.

Enrico Pace ha inoltre collaborato con violinisti del calibro di Leonidas Kavakos, Frank Peter Zimmermann, Akiko Suwanai e Liza Ferschtman, e con il violoncellista Sung-Won Yang, esibendosi con loro in Europa, USA, e Asia.

Altri partner nel campo della musica da camera includono non solo il violoncellista Daniel Müller-Schott, la clarinettista Sharon Kam, il pianista Igor Roma e la cornista Marie Luise Neunecker, ma anche il Keller Quartet, il RTE Vanbrugh Quartet e il Quartetto Prometeo. Ospite regolare di festival cameristici, ha visitato Delft, Moritzburg, Risør, Kuhmo, Montreux, Stresa e West Cork.

Passate salienti esibizioni includono il ciclo di Sonate di Beethoven, con Leonidas Kavakos, a New York (Carnegie Hall), Atene, Firenze, Milano, Amsterdam, Mosca, Tokyo, al Salzburg Festival e al Beethovenfest Bonn, oltre che ad altre performance negli Stati Uniti, Europa e Cina. Si è inoltre esibito nelle Sonate di Bach con Frank Peter Zimmermann a New York, Amsterdam, Zurigo, Francoforte, Bamberga e Giappone. Con Matthias Goerne ha portato lo Schwanengesang di Schubert alla Scala di Milano. A Zurigo, Francoforte e Colonia ha suonato con il violista Antoine Tamestit, in Giappone e alla Wigmore Hall di Londra con Akiko Suwanai, e in Corea e Giappone con il violoncellista Sung-Won Yang. Come solista si è esibito in sale del calibro della Concergebouw di Amsterdam e la Herkulessaal di Monaco.

Con Leonidas Kavakos e il violoncellista Patrick Demenga ha registrato i Trii per pianoforte di Mendelssohn (Sony Classical). La sua registrazione dell’integrale delle Sonate di Beethoven per piano e violino con Leonidas Kavakos è stata pubblicata da Decca Classics nel gennaio 2013 ed è stata nominata per un Grammy Award. Nell’aprile 2016 Decca Classic ha pubblicato un CD nel quale il duo esegue brani virtuosistici. Con Frank-Peter Zimmermann ha registrato la Sonata n. 2 di Busoni e le sei Sonate per violino e pianoforte 1014-1019 di J.S. Bach per Sony Classical. Nel 2011 la casa discografica Piano Classics ha pubblicato la sua nota incisione degli Années de pèlerinageSuisse” e “Italie” di Liszt.

Discografia

  • AA. VV.

    Delft Chamber Music Festival - Pettersson, Stravinsky, et al.

    Koch Classics, 1998
  • Bach

    The Violin Sonatas

    Sony Classical, 2007
  • Mendelssohn

    Violin Concerto; Piano Trios
    Leonidas Kavakos, Patrick Demenga , Enrico Pace
    Camerata Salzburg
    2 CD

    Sony Classical, 2009
  • Busoni

    Violin Concerto
    Violin Sonata, N.2
    Frank Peter Zimmermann
    Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI
    John Storgards

    Sony Classical, 2009
  • Bach

    Sonatas for Violin & Piano
    Frank Peter Zimmermann, Enrico Pace
    DVD

    Medici Arts, 2009
  • Liszt

    Annees de pelerinage
    1 book & 2 CD

    Piano Classics, 2011
  • Hindemith

    Violin Sonatas & Concerto

    BIS, 2013
  • Beethoven

    Violin Sonatas

    Enrico Pace, piano
    Leonidas Kavakos, violin

    Decca, 2013
  • AA. VV.

    Virtuoso

    Works by
    Dvorák, de Falla
    Paganini, Sarasate
    Strauss, Stravinsky a.o.

    Leonidas Kavakos
    Enrico Pace

    Decca Classics, 2016
  • Liszt, Chopin

    Cantique d’Amour

    Sung-Won Yang, Enrico Pace

    Decca, 2018
  • Beethoven

    Violin Concerto, Op. 61, Septet, Op. 20 & Variations on Folk Songs, Op. 105 & 107

    Leonidas Kavakos,

    LSO des Bayerischen Rundfunks

    Enrico Pace

    Sony Classical, 2019
  • Beethoven

    The Complete Violin Sonatas

    Leonidas Kavakos

    Enrico Pace

    Sony Classical, 2020

Press

  • […] L’intensità di Beethoven secondo Kavakos e Pace (…) protagonisti ben consapevoli di uno scambio dal gusto garbato che ha trovato il suo segno nella misura felicemente personale con la quale sono stati disegnati quei tratteggi, illuminati da reminiscenze mozartiane, che fanno capolino tra le pieghe di queste composizioni […]

    Alessandro Rigolli, Giornale della Musica, 27 gennaio 2020

  • Il fascino cameristico di Kavakos e Pace

    Alberto Cima, Corriere del Ticino, 15 ottobre 2015

  • Il duo Kavakos-Pace a Bologna.
    Prendere a prestito le parole di Italo Calvino per descrivere l’interpretazione del duo al Teatro Manzoni

    Mariateresa Storino, il Corriere Musicale, 23 gennaio 2015

  • [...] Il magnifico pianista Enrico Pace […] ha saputo sostenere con un suono sempre pieno e vibrante i momenti più meditativi e tradizionalmente più difficili da esporre soprattutto in sede concertistica [...]

    Luca Chierici, Il Corriere Musicale, 7 ottobre 2014

  • […] durante tutta l’esibizione il Maestro Enrico Pace ha dimostrato un tocco limpido, straordinaria padronanza ed eccellente espressività nel fraseggio […]

    Vivien Schweitzer, New York Times, 3 marzo 2014

  • Liszt, penetrante interpretazione di Pace […] culmine quella avvincente Vallée d’Oberman che Pace ha ricostruito con una sapienza finissima di fraseggio e di colori […]

    Gazzetta di Parma, 18 febbraio 2011

Lorenzo Baldrighi Artists Management SRL Unipersonale - Piazza Gnecchi Ruscone, 2 - 23879 Verderio (LC) - Italia
ph +39.039.9281416 - fx +39.039.9281424 - mail info@baldrighi.com - CF/P.IVA 03297510137 - Cookie policy - Privacy policy

Sede legale: Via Alberico Albricci, 8 – 20122 Milano (MI) – Italia