Avi Avital

Mandolino

Biografia

Primo solista di mandolino ad essere nominato per un Grammy Award classico, Avi Avital è stato paragonato ad Andres Segovia per la sua abilità con lo strumento e a Jascha Heifitz per il suo incredibile virtuosismo. Appassionato ed "esplosivamente carismatico" (New York Times) nelle esibizioni dal vivo, rappresenta una forza trainante nell’opera di rinvigorimento del repertorio del mandolino.

Più di cento composizioni contemporanee sono state scritte per lui e di recente il repertorio del mandolino è stato arricchito con due nuovi Concerti per mandolino e orchestra sinfonica: il Concerto per Mandolino di Jennifer Higdon è stato interpretato in prima esecuzione a giugno 2021 con la Filarmonica di Monaco diretta da Krzysztof Urbanski e verrà suonato negli USA con la Chicago Philharmonic, la Mobile Symphony Orchestra e l’Atlanta Symphony Orchestra; il Concerto per Mandolino composto per lui da Giovanni Sollima è stato suonato per la prima volta a gennaio 2020 con l’Orchestra Nazionale della RAI di Torino diretta da Ryan Bancroft, mentre la prima esecuzione in Nord America avrà luogo con la Vancouver Symphony Orchestra. Altri concerti includono brani composti da Anna Clyne, David Bruce e Avner Dorman.

Gli appuntamenti salienti della stagione 2021/2022 includono esibizioni con Les Violins de Roy, un ritorno alla Wigmore Hall con Arcangelo e una tournée in Germania con Il Pomo d’Oro per un programma di musica napoletana. Di recente ha collaborato con Il Giardino Armonico, la Chicago Symphony, la Yomiuri Nippon Symphony, la BBC Symphony, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, la Tonhalle di Zurigo, la Deutsche Symphonie Orchester di Berlino, l’Orchestre National de Lyon, il Maggio Musicale Fiorentino, la Filarmonica Israeliana e l’Orchestra della Radio Norvegese. Ha lavorato con direttori del calibro di Zubin Mehta, Kent Nagano, Osmo Vänskä, Yutaka Sado, Jonathan Cohen, Miguel Harth-Bedoya, Nicholas McGegan, Omer Meir Wellber, Ton Koopman e Giovanni Antonini

Avi Avital collabora con musicisti impegnati in tanti generi diversi, fra cui Ksenija Sidorova, Giovanni Sollima, Mahan Esfahani, Kristian Bezuidenhout, Alice Sara Ott, Andreas Scholl, il Dover Quartet, il New Danish Quartet, Brooklyn Rider, Omer Klein, OmerAvital, l’attrice Martina Gedeck ed il Georgian puppet theatre e il Budrugana Gagra. È stato nominato “Portrait Artist” dal Festival dello Schleswig-Holstein, dal BOZAR di Bruxell es e dalla Dortmund Konzerthaus (Zeitinsel). È, inoltre, ospite regolare di festival prestigiosi, tra i quali Aspen, Salisburgo, Tanglewood, Spoleto, Ravenna, MISA Shanghai, Cheltenham, Verbier e Tsinandali

Avi Avital registra in esclusiva con Deutsche Grammophon. Il suo sesto album con tale etichetta, “The Art of the Mandolin”, ha riscosso i favori della critica con ottime recensioni sul Times, l’Independent, Gramophone, BBC Music Magazine e altra stampa internazionale. Altre registrazioni precedenti includono “Bach” (2019), “Avital meets Avital” (2017) insieme a Omer Avital (oud/basso), “Vivaldi” (2015 e vincitore di un Premio ECHO Klassik), il CD di trascrizioni dei Concerti di Bach dello stesso Avital “Between Worlds” (2014) e una raccolta di musica da camera “cross-over” che esplora le connessioni tra musica classica e musica tradizionale.

Nato a Be'er Sheva, nel sud di Israele, Avi Avital ha iniziato a studiare il mandolino all'età di otto anni e presto si è unito alla fiorente orchestra di giovani mandolinisti fondata e diretta dal suo carismatico maestro, il violinista russo Simcha Nathanson. Ha studiato all’Accademia Musicale di Gerusalemme e al Conservatorio Cesare Pollini di Padova, dove ha potuto apprezzare il repertorio mandolinistico originale con Ugo Orlandi. Vincitore del prestigioso Concorso Aviv di Israele nel 2007, Avi Avital è il primo mandolinista nella storia a ricevere questa onorificenza.

Avi Avital suona su un mandolino del liutaio israeliano Arik Kerman.

Discografia

  • Avner Dorman

    Concertos for Mandolin, Piccolo, Piano and Concerto Grosso

    Avi Avital, Metropolis Ensemble, Andrew Cyr, Eliran Avni, Mindy Kaufman, Arnaud Sussmann, Lily Francis, Eric Nowlin, Michal Korman & Aya Hamada

    Naxos, 2009
  • Bach

    Concertos

    BWV 1052R, BWV 1056R, BWV 1041

    Sonata BWV 1034

    All works arranged for mandolin

    by Avi Avital

    Avi Avital

    Kammerakademie Potsdam

    Deutsche Grammophon, 2012
  • AA. VV.

    Guest artists:

    Richard Galliano Catrin Finch

    Giora Feidmann
    Deutsche Grammophon, 2014
  • Vivaldi

    Works by Vivaldi

    with:

    Juan Diego Flórez

    Venice Baroque Orchestra

    Deutsche Grammophon, 2015
  • A. Avital, O. Avital

    AVITAL MEETS AVITAL

    Avi Avital, Omer Avital

    Itamar Doari, Yonathan Avisha

    Deutsche Grammophon, 2017
  • J. S. Bach

    Concerto in D minor BWV 1052R

    Concerto in G minor BWV 1056R

    Concerto in A minor BWV 1041

    Sonata in E minor BWV 1034

    Partita No. 2 in D minor BWV 1004

    Avi Avital

    Kammerakademie Potsdam

    Shalev Ad-El

    Deutsche Grammophon, 2019
  • Mozart

    Musical Moments

    Violin Sonata No. 21 in E Minor, K. 304

    II. Tempo di Menuetto

    Transcr. Avital for Mandolin and Piano

    Avi Avital

    Ohad Ben-Ari

    Deutsche Grammophon, 2020
  • Scarlatti

    Sonata in D Minor, Kk. 89: III. Allegro

    (Transcr. for Mandolin and Basso continuo)

    Avi Avital

    Yizhar Karshon, Ophira Zakai, Patric Zepec

    Deutsche Grammophon, 2020
  • AA. VV.

    Art of the Mandolin

    Deutsche Grammophon, 2020

Press

  • […] Il mandolino di Avi Avital ha fatto sognare il teatro Civico (…) Il mandolino di Avi Avital ha aperto, nel migliore dei modi, il XXII Viotti Festival, ieri sera, al Civico (…) il mandolinista israeliano ha spaziato da Bach a Vivaldi e da Bèla Bartòk al conterraneo Ohad Ben Ari (i cui tre divertenti Frammenti sono stati aggiunti all’ultimo momento al programma), con una facilità di suono e una tecnica portentosa che hanno rapito la folta platea del Civico (…) tutte le interpretazioni di Avital sono state impeccabili e coinvolgenti (…) un virtuoso straordinario pure dotato di straripante empatia con il pubblico […]

    www.tgvercelli.it, 17 novembre 2019

  • […] Un teatro Verdi di Sassari gremito ha accolto l’esibizione di Avi Avital, talentuosa stella internazionale di mandolino, per un concerto inserito all’interno della stagione “I grandi interpreti della musica” organizzata da Teatro e/o Musica.

    Alla fine è stato un grande successo per l’esibizione del musicista accompagnato dall’orchestra di Venezia guidata da Guglielmo de Stasio (…) Tanti gli applausi ricevuti da Avital che si è cimentato in un concerto per violino e orchestra di Bach nella trascrizione per mandolino. La prima parte si è conclusa con il famoso concerto in Do Magg. sempre con mandolino e orchestra di Vivaldi.

    Molto applaudita anche la seconda parte dell’esibizione che ha proposto la sinfonia n. 10 di F. Mendelssohn Bartholdy (…) Avi Avital è poi rientrato in scena acclamato dal pubblico con le sei miniature di S. Tsintsadze. Il concerto si è poi concluso con le energiche e ritmiche sette danze rumene di Bela Bartok.

    Un successo di pubblico tanto che il musicista ha concesso il bis con una danza bulgara e con l’esecuzione delle Danze Ungheresi di Brahms […]

    Antonio Caria, www.vivisassari.it, 2 maggio 2019

  • […] un musicista che non conosce limiti eccetto quello del buon gusto. Artisticamente in grado di convincere il pubblico a seguirlo ovunque […]

    Gramophone

Lorenzo Baldrighi Artists Management SRL Unipersonale
Piazza Gnecchi Ruscone, 2 - 23879 Verderio (LC) - Italia
ph +39.039.9281416 - fx +39.039.9281424 - mail info@baldrighi.com - CF/P.IVA 03297510137
Cookie policy - Privacy policy

Sede legale: Via Alberico Albricci, 8 – 20122 Milano (MI) – Italia