Angela Hewitt

Pianoforte

Biografia

Tra le pianiste più conosciute e apprezzate a livello mondiale, Angela Hewitt appare regolarmente in recital e con le più importanti orchestre in Europa, nelle Americhe, in Australia e in Asia.

Le sue esecuzioni delle opere di Bach l’hanno consacrata come una delle interpreti di riferimento del compositore ai giorni nostri.

Nata in una famiglia di musicisti (il padre era organista e direttore di coro della Cattedrale di Ottawa, in Canada), Angela Hewitt ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di tre anni, esibendosi in pubblico a quattro e vincendo, un anno dopo, la sua prima borsa di studio. Nei suoi anni di formazione ha anche studiato balletto classico, violino e flauto dolce. Nel periodo 1963-73 Angela Hewitt ha studiato al Royal Conservatory of Music di Toronto, e ha poi completato il suo Diploma di Esecuzione Musicale all’Università di Ottawa nella classe del pianista francese Jean-Paul Sevilla, diplomandosi all’età di 18 anni. È stata vincitrice di numerosi concorsi per pianoforte in Europa, Canada e negli Stati Uniti ma è stato il suo trinfo alla Toronto Bach Piano Competition del 1985, tenuta in memoria di Glenn Gould, che ha veramente lanciato la sua carriera internazionale.

Le sue pluri-premiate registrazioni per Hyperion Records hanno raccolto elogi e consensi unanimi.

Il suo decennale progetto dedicato alla registrazione di tutte le maggiori opere per tastiera di Bach è stato descritto come "una delle glorie discografiche dei nostri tempi" (The Sunday Times).

Iniziata nel 1994, la sua carriera discografica ha raggiunto il suo apice con la sua registrazione dell’Arte della Fuga di Bach nel 2014, che è immediatamente entrata nelle classifiche di Regno Unito e Stati Uniti. La sua discografia include anche opere di Scarlatti, Handel, Couperin, Rameau, Haydn, Mozart, Beethoven, Chopin, Schumann, Liszt, Fauré, Debussy, Chabrier, Ravel, Granados e Messiaen. Angela Hewitt ha vinto quattro Juno Awards, tra i quali uno per il suo album dei concerti di Mozart con la National Arts Centre Orchestra del Canada. Altre registrazioni includono l’inegrale dei concerti di Bach con la Australian Chamber Orchestra, le opere per pianoforte ed orchestra di Schumann con la Deutsches Symphonie-Orchester di Berlino e la colossale sifonia Turangalila di Messiaen con la Finnish Radio Symphony Orchestra. Nel 2015 Angela Hewitt è stata inserita nella “Hall of Fame” della rivista Gramophone. Nel 2020 è stata vincitrice di due prestigiosi premi: la “Medaglia di Bach” alla città di Lipsia (Angela Hewitt è stata la prima donna a vincere questo premio da quando è stato costituito diciassette anni fa), e la Wigmore Hall Gold Medal, per le sue circa 80 esibizioni negli ultimi 35 anni nella più prestigiosa sala per musica da camera di Londra.

Durante la stagione 2007-2008, Angela Hewitt ha iniziato il suo Bach World Tour, esibendosi ne “Il Clavicembalo Ben Temperato” in ventuno stati nei sei continenti. Nello stesso periodo ha anche pubblicato un DVD intitolato Bach Performance on the Piano, dove ha condiviso la sua esperienza di studio ed esibizioni di Bach con amatori e con professionisti. Negli ultimi quattro anni, a partire da settembre 2016, ha presentato nelle più grandi città del mondo la Bach Odyssey – una grande impresa che è stata tentata da ben pochi artisti. Dopo la sua performance del ciclo completo de “Il Clavicembalo Ben Temperato” al festival di Edimburgo nel 2019, il London Times ha scritto: “…il suono inedito di Hewitt ci ha fatto dimenticare ogni precedente esecuzione di questi brani.”

Dirigendo dalla tastiera concerti di Bach, Mozart e Beethoven, Angela Hewitt è apparsa con l’Orchestra Sinfonica di Toronto, la Hong Kong Philharmonic Orchestra, la Filarmonica di Copenhagen, il Festival Strings di Lucerna, la Kammerorchester di Basilea, la Vancouver Symphony, l’Orchestra da Camera di Stoccarda, la Britten Sinfonia, la Swedish Chamber Orchestra, l’Orchestra da Camera di Zurigo, la Camerata di Salisburgo, l’Orchestra Sinfonica Nazionale RAI di Torino e, nel 2019, ha debuttato con la Tonkünstler Orchestra di Vienna al Musikverein di Vienna.

Oltre a suonare il repertorio classico, Angela Hewitt ha anche commissionato lavori inediti a compositori del calibro di Dominic Muldowney, Matthew Whittall, Oskar Morawetz, Steven Gellman, Gary Kulesha, David McIntyre e Patrick Cardy. Nel 2010 ha commissionato a sette compositori da tutto il mondo brevi brani ispirati da Bach, che sono stati pubblicati in una collezione (assieme a molte delle sue trascrizioni di Bach) intitolata “Angela Hewitt’s Bach Book”.

Descitta da London’s Evening Standard (2005) come “una delle pianiste più impegnate al mondo”, Angela Hewitt si è anche dedicata alla crescita di nuovi talenti. Le sue masterclass sono molto apprezzate in tutto il mondo. I suoi scritti sulla musica includono tutti i libretti delle sue registrazioni su CD, così come molte recensioni per il Times Literary Supplement.

Nel 2005, Angela Hewitt ha inaugurato il Trasimeno Music Festival nel cuore dell’Umbria, del quale è direttore artistico. Evento annuale, accoglie un pubblico internazionale in luoghi spettacolari come il Castello dei Cavalieri di Malta a Magione (vicino a Perugia) sulle sponde del lago Trasimeno. Angela Hewitt si esibisce in sette concerti in sette giorni tra recital, musica da camera, accompaniamenti e anche nel ruolo di direttrice, lavorando sia con artisti acclamati, sia con con giovani talenti scelti da lei stessa.

Ambasciatrice dell’“Orkidstra” (un’organizzazione ispirata al programma sociale di sviluppo dei quartieri poveri di Ottawa), Angela Hewitt porta l’attenzione su come la musica possa congiungere bambini e giovani adulti attraverso la gioia di fare musica e imparare a suonare uno strumento, e allo stesso tempo insegna importanti caratteristiche come impegno, lavoro di squadra e tolleranza.

Nel marzo 2020, quando tutta l’attività concertistica si è fermata per via della pandemia di coronavirus, Angela Hewitt ha condiviso giornalmente online brevi brani: i suoi fan ne sono stati entusiasti e Angela Hewitt è stata felice di ispirare così tante persone a ritornare al pianoforte. Angela Hewitt ha inoltre partecipato in alcuni dei primi concerti online in streaming durante la pandemia – tra i quali è compreso un recital di Bach dalla Wigmore Hall di Londra e una performance, rispettando le distanze di sicurezza, al festival di Edimburgo del Primo Concerto per pianoforte di Beethoven in una versione per quintetto d’archi e pianoforte. I mesi a casa le hanno dato la possibilità di studiare la mastodontica “Hammerklavier” Sonata di Beethoven, completando così il ciclo delle 32 Sonate. Dopo altri due recital alla Wigmore Hall nel settembre 2020 (completando così la sua Bach Odyssey), è ritornata in Canada in ottobre, dove si è esibita con l’Arte della Fuga a Toronto e Ottawa.

Nel 2006 Angela Hewitt è stata premiata con un OBE dalla regina Elisabetta II e nel 2015 è stata promossa come Companion of the Order of Canada. Nel 2006 è stata “Artist of the Year” ai Gramophone Awards, nel 2010 “Instrumentalist of the Year” ai MIDEM Classical Awards a Cannes e nel 2018 ha ricevuto un Governor General’s Lifetime Achievement Award a Ottawa. Angela Hewitt è membro della Royal Society del Canada, ha sette dottorati onorari ed è Visiting Professor al Peterhouse College di Cambridge.


Discografia

  • Ravel

    The Complete Piano Works of Ravel

    Hyperion Records
  • Messiaen

    Piano Music of Olivier Messiaen

    Hyperion Records
  • Couperin

    Couperin Keyboard Music – 1

    Hyperion Records
  • Couperin

    Couperin Keyboard Music – 2

    Hyperion Records
  • Couperin

    Couperin Keyboard Music – 3

    Hyperion Records
  • Chopin
    The Complete Chopin Nocturnes and Impromptus
    Hyperion Records
  • J.S. Bach

    Miscellaneous Keyboard Works of J.S. Bach

    Hyperion Records
  • Bach

    Bach, The Inventions

    Hyperion Records
  • J.S. Bach

    Bach, The Toccatas

    Hyperion Records
  • J.S. Bach
    Bach's Italian Concerto and French Overture
    Hyperion Records
  • J.S. Bach

    Bach, The Six Partitas

    Hyperion Records
  • J.S. Bach

    Bach, The Goldberg Variations

    Hyperion Records
  • J.S. Bach

    Bach, The French Suites

    Hyperion Records
  • J.S. Bach

    Bach, The English Suites

    Hyperion Records
  • J.S. Bach

    Bach, Bach Arrangements

    Hyperion Records
  • Bach

    Bach: The Keyboard Concertos – 2

    Hyperion Records
  • Bach

    Bach: The Keyboard Concertos – 1

    Hyperion Records
  • Bach

    Bach, Keyborad Concertos

    Hyperion Records
  • Chabrier

    Piano Music by Emmanuel Chabrier

    Hyperion Records
  • Beethoven

    Beethoven Piano Sonatas, Volume 3

    Hyperion Records
  • Bach

    Bach: The Solo Keyboard Works

    Hyperion Records
  • Bach

    Bach: Performance on the Piano

    Hyperion Records
  • Handel, Haydn
    Angela Hewitt plays Handel & Haydn
    Hyperion Records
  • Bach

    Bach, The Well-Tempered Clavier – New 2008 recording

    Hyperion, 2009
  • Schumann

    Schumann, Kinderszenen, Davidsbündlertänze, Sonata Op. 22

    Hyperion, 2009
  • Schumann

    Piano Concerto & Opp. 92 & 134

    Hyperion Records
  • Mozart

    Piano Concertos Vol. 1

    Hyperion Records, 2011
  • Mozart

    Piano Concertos Vol. 2

    Hyperion Records, 2011
  • Debussy

    Debussy: Solo Piano Music

    Hyperion Records, 2012
  • Fauré

    Fauré: Piano Music

    Hyperion Records, 2013
  • Bach

    Bach: Flute Sonatas

    Hyperion Records, 2013
  • Mozart

    Piano Concertos Nos 17 & 27
    Angela Hewitt (piano)
    Orchestra da Camera di Mantova
    Hannu Lintu (conductor)

    Hyperion, 2013
  • Fauré

    Piano Music

    Hyperion, 2013
  • Mozart
    Piano Concertos Nos 22 & 24
    Angela Hewitt (piano)
    National Arts Centre Orchestra
    Hannu Lintu (conductor)
    Hyperion, 2014
  • Bach

    The Art of Fugue

    Hyperion, 2014
  • Liszt

    Piano Sonata & other works

    Hyperion, 2015
  • Beethoven

    Piano Sonatas Opp 2/2, 10/1, 78 & 110

    Hyperion, 2015
  • Scarlatti

    Sonatas

    Hyperion, 2016
  • Bach

    Goldberg Variations

    Hyperion, 2016

    Hyperion, 2016
  • Beethoven 

    Piano Sonatas Opp 14/1, 31/1, 49 & 81a

    Hyperion, 2016

    Hyperion, 2016
  • Beethoven

    Piano Sonatas Opp. 27/1, 31/2, 79 & 109

    Hyperion, 2016
  • Scarlatti

    Sonatas, Vol. 2

    Hyperion, 2017
  • Beethoven

    Piano Sonata in F minor, Op. 2 No. 1

    Piano Sonata in G major, Op. 14, No. 2

    Piano Sonata in C major “Waldstein”, Op. 53

    Piano Sonata in F major, Op. 54

    Hyperion, 2018
  • Beethoven

    The Six Partitas

    Hyperion, 2019
  • Beethoven

    Variations

    Hyperion, 2020

Press

  • […] Bach rapito da un’Angela (…) Come interpreta Bach la Hewitt? Parco uso del pedale, suono cristallino, polifonia trasparente nella sovrapposizione delle voci, ogni elemento risolto sempre in espressione. Non utilizza tutto il pianoforte solo con le dita, ma soprattutto con la testa: non pensa esclusivamente alle sue sonorità, ma anche agli strumenti a corda, ai fiati, all’orchestra barocca, all’organo e in modo particolare alla danza […]

    Riccardo Lenzi, L’Espresso, 17 giugno 2018

  • […] Angela Hewitt, sempre precisissima, morbida e fluida, sa trovare un suono particolare, capace di dar senso originale ai dialoghi che Bach pensa ricchi e fluenti […]

    Stefano Lamon, 31 marzo 2014, La Provincia di Como

  • […] La più grande pianista bachiana dei nostri giorni […] Nel suo approccio alla musica si avvertono la disciplina, il senso della misura, l’eleganza aristocratica di una ballerina classica. Tutto in lei è sublimato, rarefatto, tratteggiato con mani finissime […]

    Luca Segalla, Musica, dicembre 2013-gennaio 2014

  • Nell’Arte della Fuga Angela Hewitt riesce a far inerpicare l’ascolto su vette inaudite

    Rossella Battisti, 26 novembre 2012, l’Unità

  • Angela Hewitt è la più grande
    interprete di Bach della nostra epoca

    The Guardian

  • Angela Hewitt ha regalato una sontuosa esecuzione, misurata e impreziosita dal suo tocco brillante e luminoso, piacevole abitudine con cui delizia l’uditorio ogniqualvolta si trova ad affrontare preziose pagine del repertorio bachiano

    Paolo Brama, www.dazebao.org, 31 maggio 2010

  • Le note di Angela Hewitt rivelano alcuni segreti della sua interpretazione, una miscela di pura bravura musicale e studio rigoroso[...]
    La sua capacità di trasferire la qualità e le emozioni che danno il clavicembalo (per Handel) e il fortepiano (per Haydn) al suo amato pianoforte Fazioli, è indiscussa[...]
    Non si tratta né di imitazione né di inganni, Angela Hewitt distilla l'essenza degli strumenti originali, senza compromettere la sua vera e propria dedizione per la tastiera moderna[...]

    BBC Music Magazine, giugno 2009

  • Un modo di suonare nettamente superiore: una lezione pratica di raffinatezza pianistica, tonale, espressiva e di immaginazione psicologica, unita ad un grandissimo talento. La gamma tonale di Angela Hewitt è vasta, eccezionalmente controllata e non si lascia mai sedurre dall'auto compiacimento. Quando suona Bach, Angela Hewitt la usa non solo per dare i colori, ma per scopi testuali, polifonici e strutturali. Il suo vocabolario ritmico,inoltre, è di una sofisticatezza immensa e sorprendente [...]

    Alan Blakelock, Piano Magazine, 1 gennaio 2008

  • Angela Hewitt è l’artista di punta della Hyperion e una delle pianiste più impegnate al mondo

    Norman Lebrecht - Evening Standard, 10 agosto 2005

  • Non conosco nessun musicista il cui modo di suonare Bach sia di grande finezza, bellezza timbrica e padronanza strumentale quanto quello della Hewitt

    BBC Music Magazine, 26 gennaio 2005

  • Il modo di suonare della Hewitt infonde gioia, saggezza e profonda comprensione dello stile del compositore

    The Sunday Times, 26 gennaio 2005

  • La Hewitt oggi rimane la punta di diamante della musica per tastiere di Bach

    Grammophone, 26 gennaio 2005

Lorenzo Baldrighi Artists Management SRL Unipersonale - Piazza Gnecchi Ruscone, 2 - 23879 Verderio (LC) - Italia
ph +39.039.9281416 - fx +39.039.9281424 - mail info@baldrighi.com - CF/P.IVA 03297510137 - Cookie policy - Privacy policy

Sede legale: Via Alberico Albricci, 8 – 20122 Milano (MI) – Italia